Il Buco il nuovo film thriller – horror di Netflix

Il Buco è il nuovo film thriller horror targato Netflix, ma di cosa parla? Scopriamo insieme la trama, ATTENZIONE L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER!

Il Buco il nuovo film thriller - horror di Netflix
Il film è interamente girato in un unico edificio che si sviluppa in più piani, il protagonista è Goreng (interpretato dall’attore Iván Massagué) uno dei pochi volontari che si è voluto sottoporre all’esperimento per cercare di smettere di fumare. Goreng si è portato con sé solo un libro “Don Chisciotte della Mancia”, ogni livello del palazzo è una stanza con due compagni di cella che se sopravvivono vengono spostati ogni mese in un altro piano dell’edificio in modo casuale. Le uniche cose presenti nella stanza sono un lavandino, delle asciugamani e un wc.

L’edificio ha un “buco” al centro e le persone che stanno ai piani inferiori mangiano in pochi minuti gli avanzi di chi sta al piano superiore. Goreng e il suo compagno di stanza Trimagasi (interpretato da Zorion Eguileor) si trovano al piano 48. È proprio Trimagasi che spiega a Goreng le regole del buco, se scendono di livello avranno meno probabilità di sopravvivenza. Dopo il primo mese i due compagni passano al livello 171, il piano più basso di tutto l’edificio, una mattina Goreng si risveglia legato al letto, è stato il compagno di cella che affamato tenta di tagliargli un pezzo di gamba. Il protagonista viene salvato da Miharu una donna che ogni mese scende sempre più giù nel “buco” alla ricerca disperata del figlio. La donna uccide Trimagasi e libera Goreng e poi svanisce nel nulla, nei mesi successivi Goreng conosce vari personaggi tra cui una funzionaria con il suo cane e infine conosce Baharat.

Con lui comincia un viaggio tra i vari livelli, continuano a salire e scendere vorticosamente, i due hanno un obiettivo quello di difendere una panna cotta, vogliono portarla al livello 0 (dove vengono preparati tutti i pasti) per dimostrare di aver sconfitto il sistema. Durante il loro viaggio i due scoprono che la piattaforma non si ferma nei livelli dove le persone sono vive, sorpassano il livello 250 e giungono al livello 333 dove incontrano una bambina e le danno la panna cotta, convinti che sia lei il messaggio che stavano cercando. La mattina successiva Goreng trova il cadavere di Barahat e decide di continuare il suo viaggio da solo e vede sparire la bambina verso i piani alti…

Molti si sono interrogati sul finale del film, si tratta di una pellicola ricca di significati il primo fra tutti è il tema centrale del cibo. Se tutti mangiassero solo quello di cui hanno realmente bisogno ce ne sarebbe a sufficienza per tutti, quello che ci vuol far capire il protagonista è che nel suo viaggio tenta di rovesciare un sistema rotto. Lui rimarrà nel “buco”, l’unica a potersi salvare sarà la bambina a cui ha donato la panna cotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.