La vera inquietante storia di The Blair Witch Project

Avete presente il film The Blair Witch Project? E se vi dicessimo che il film è tratto da una storia vera voi che ci direste? Nel film The Blair Witch Project tre studenti registi vanno nei boschi del Maryland per girare un documentario sulla leggenda della strega improvvisamente i ragazzi spariscono misteriosamente. Un anno dopo viene ritrovato un sacchetto pieno di videocassette con le immagini registrate dei ragazzi e nelle immagini ritrovate ci sono indizi che fanno presuppore la loro orribile sorte. Il film si ispira ad una storia realmente accaduta qui sotto troverete la vera storia di The Blair Witch Project.La vera inquietante storia di The Blair Witch Project
La storia di Blair nasce nel 1771 nel Maryland, la città era molto piccola e aveva due strade e una dozzina di case, per ben 14 anni la città viveva tranquillamente con i suoi abitanti felici. Improvvisamente nel 1785 Elly Kedward un’abitante del posto venne accusata di stregoneria. Alcuni bambini dissero alle autorità che la donna li aveva portati a casa sua e preso il loro sangue con degli strani strumenti. La donna durante l’inverno dello stesso anno viene giudicata colpevole di stregoneria ed espulsa dal paese. Per punizione però viene lasciata nuda nella foresta della cittadina e questo ha causato la sua morte.
Molto probabilmente la donna morì congelata, ma alcuni dicono che il suo corpo venne ritrovato in una pozza ghiacciata e che sarebbe annegata mentre trovava rifugio nella foresta. L’anno successivo tutti i bambini e gli adulti che avevano accusato Elly di stregoneria scomparvero senza lasciare nessuna traccia. Ovviamente tutti i cittadini rimasero increduli e diedero la colpa alla strega e giurarono di non menzionare mai più il nome della strega invano, per evitare di attirare la maledizione nel paese. Nel 1809 in una casa abbandonata venne ritrovato un libro misterioso, sulla copertina riportava il titolo “Il culto della strega di Blair”, il libro era danneggiato e se ne potevano leggere solo qualche piccolo stralcio, ma da quello che si poteva leggere si deduceva che c’erano delle analogie con Elly Kedward. La città nel 1825 cambiò nome in Burkittsville e la paura tornò ad aleggiare nella cittadina in seguito alla morte di un bambino morto annegato nel torrente, nel mese di agosto moltissime persone avevano giurato di aver visto una mano pallida uscire dall’acqua e tirare giù una ragazzina di soli dieci anni. Il corpo di questa bambina non fu mai ritrovato nonostante gli sforzi dei cittadini e delle autorità.

La vera inquietante storia di The Blair Witch Project
Per mezzo secolo la città rimase tranquilla e la leggenda sembrava solo un brutto ricordo, ma la strega poteva essere tornata a colpire. Nel 1886 un altro bambino scomparve, stava cercando le castagne con la mamma quando ad un certo punto sparì. Iniziarono le ricerche che durarono ben due giorni senza esito, lo sceriffo decise i mandare una seconda squadra di ricerca e quello che videro fu terrificante. Il primo gruppo venne ritrovato, ma dei ricercatori c’erano solo alcuni pezzi: i loro corpi erano stati sventrati e sparsi sul selciato, con le facce deformate in espressioni orribili e le mani legate.
La squadra tornò in città per fare rapporto e si rifiutò di tornare nel bosco, lo sceriffo andò di persona a recuperare i corpi della squadra, ma quando arrivò li i corpi erano scomparsi. Il bambino e i corpi della prima squadra non vennero mai più ritrovati. Nel 1925 Rustin Parr un cittadino di Burkittsville decise di costruire una casa nel bosco, chi lo conosceva pensava fosse impazzito, ma la vita tranquilla della cittadina venne spezzata definitivamente quando una bambina venne ritrovata nella casa di Parr. Ma la bambina non fu l’unica vittima in quella casa, altri sei bambini vennero uccisi in quella casa. Un ragazzino raccontò di avere assistito a dei riti per conto di Parr e di una donna dalla carnagione pallida con voce stridula e occhi neri. Rustin venne giustiziato e impiccato nel 1941. Sembrava esser tornata la pace nella cittadina, ma il ragazzo sopravvissuto ai crimini di Rustin causò un sacco di problemi alla città in seguito ai forti traumi subit, finì con il suicidarsi. Il macabro luogo ancora oggi è visitabile e molti nella foresta cercano la strega senza successo, ma chi lo sa che la strega non appaia all’improvviso, una cosa è certa la sua maledizione non è mai terminata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.