Peaky Blinders, i gangster di Birmingham

La voce di Nick Cave in apertura, le fiamme degli altoforni, il fumo, le lamette, il suono di zoccoli di cavallo mischiato alle urla in Brummie, tipico slag di Birmingham: così si apre il sipario su Peaky Blinders, una delle migliori serie tv degli ultimi anni.

Ambientata nell’Inghilterra degli anni ’20, la Prima Guerra Mondiale è appena cessata. I Peaky Blinders sono veterani che appena tornati in patria si sono rimessi in affari, puntando su scommesse, gioco d’azzardo e ricatti da pub. La serie si rifà alla vera storia di cronaca dell’epoca. Il capo della gang è Tommy Shelby, interpretato magistralmente da Cillian Murphy.

Peaky Blinders, i gangster di Birmingham

Tommy è un leader attento e carismatico dagli occhi azzurrissimi. Si innamorerà, gli spezzeranno il cuore. Farà brutti affari e metterà la sua vita in pericolo. Ma nonostante tutto rimarrà sempre fedele a sé stesso e soprattutto all’unica cosa che davvero conta: la sua famiglia.

Ma Tommy non è l’unica testa calda della famiglia: il fratello maggiore, Arthur (Paul Anderson) con la sua vena rabbiosa e la passione sfrenata per il whiskey può ricordare una versione anni ’20 di Begbie, personaggio di Trainspotting. Zia Polly, interpretata da Helen McCrory, sembra essere l’unica a tenere testa a Tommy, anche lei dotata di un carisma inattaccabile. Tutti ben vestiti e con le celebri lamette cucite nella visiera del cappello, come raccontano le leggende dei veri Peaky Blinders.

Peaky Blinders, i gangster di Birmingham

Peaky Blinders è una serie firmata BBC, creata per gli schermi da Steven Knight, che ha messo in pratica un lavoro mastodontico, con un’attenzione particolare per i dettagli. Un grande punto di forza della serie è la colonna sonora, principalmente post rock, che si sposa perfettamente al metallo arrugginito degli altoforni e all’atmosfera da rissa nel pub. Tra le band troviamo Arctic Monkeys, White Stripes, Radiohead, Nick Cave e i Queens of the Stone Age.

Le riprese della nuova stagione sono già terminate, non ci resta quindi che aspettare il ritorno della famiglia Shelby.

[spotifyplaybutton play=”spotify:track:0qHeP8zt2WWef7EWCs1ECj”/]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × cinque =